c  o  n  t  e  m  p  o  r  a  r  y     m  u  s  i  c     c  o  m  p  o  s  e  r




Short Artistical Biography
Italian - English



Alberto PATRON (1969).

Insignito dell'Alta Onorificenza della
Medaglia d'oro di Santo Stefano
al merito della Cultura e dell'Arte




Si è laureato in Alta Composizione sotto la guida del compositore Carlo De Pirro (allievo di Wolfango Dalla Vecchia) e del compositore G.Bonato (allievo di Giacomo Manzoni), presso il Conservatorio Musicale "Francesco Venezze" di Rovigo, si è poi laureato in Pianoforte principale presso il Conservatorio Musicale "Benedetto Marcello" di Venezia, ed infine ha completato anche il percorso di Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio Musicale "Cesare Pollini" di Padova.

Ha seguito il perfezionamento presso i Master del Conservatorio Musicale di Parigi, dell'Alta Savoia e in Italia, sotto la guida dei grandi artisti internazionali come Noel Lee, Dag Achatz (allievo di Leonard Bernstein), Pierre Pontier, Akiko Ebi, Jean Philippe Collard, Luigi Ferdinando Tagliavini, Francesco Finotti, Giorgio Lovato ed altri.

Svolge intensa attività concertistica come solista e in varie formazioni, promuovendo l'interesse per la musica contemporanea e di avanguardia.

Nel 1987 viene chiamato a ricoprire il ruolo di organista titolare e compositore presso la storica Chiesa Arcipretale di San Giorgio Martire di Pordenone (XVI sec. d.C.), dove manterrà l'incarico per oltre 32 anni.

Nel 1989 in Francia fonda la corrente musicale contemporanea nota come Aporetic Music (Musica Aporetica) la prima avanguardia sviluppata e strutturata su un pensiero filosofico (filosofia Aporetica), la sua vasta bibliografia di opere pubblicate per vari organici, ed eseguita da artisti di chiara fama, è stata oggetto di studio scientifico, di tesi di laurea e di convegnistica a livello internazionale per la portata rivoluzionaria ed innovativa musicale del pensiero musicale compositivo.

Nel 2004 un team di ricerca universitario ha analizzato il pensiero filosofico Aporetico fondato da Alberto Patron, presentandone i contenuti a livello internazionale, al II World Conference on Art & Humanities di Honolulu (USA, Hawaii).

Vincitore di numerosi Concorsi di composizione, nazionali ed internazionali, tra cui al Concorso Internazionale di Composizione per Orchestra Sinfonica "Gustav Mahler" 2005 (unico italiano), è stato insignito nel 2016 del prestigioso "Premio New York" della Ibla Foundation di New York (USA) quale "Most Distinguished Composer".

E' stato chiamato ad insegnare presso i Campus internazionali delle università americane di Cincinnati, New York e New Orleans, ed in Italia presso il Conservatorio Musicale "Giuseppe Tartini" di Trieste.

Viene costantemente invitato come membro di giuria di concorsi di composizione e di esecuzione per vari organici, contribuendo a valorizzare le eccellenze artistiche internazionali, da ultimo è Commissario di Giuria al Concorso Internazionale di Composizione Pietro Nacchini indetto dalla Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia in collaborazione con l'Università di Padova ed i Conservatori musicali "Tartini" di Trieste, "Benedetto Marcello" di Venezia ed il Patriarcato storico di Venezia e l'Associazione per la musica sacra "Vincenzo Colombo".

Già socio della SIMC (Società Italiana Musica Contemporanea fondata dal compositore Alfredo Casella nel 1923), è inserito nel Comitato Nazionale Italiano Musica (Roma) tra i grandi compositori del panorama artistico nazionale ed internazionale, collabora con artisti, organizzazioni e società di primaria notorietà del panorama artistico nazionale ed internazionale, fa parte di vari Comitati Scientifici Editoriali di Valutazione della produzione scientifico-universitaria, ed è iscritto come Esperto Scientifico all'Albo del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Scientifica, contribuendo allo sviluppo della ricerca artistico-scientifica nella musica contemporanea.

Dal 1994 è Commissario Direttivo della Federazione Italiana Compositori (F.C.I.), si incontra e collabora con i principali artisti e compositori italiani ed internazionali, tra cui il compianto Ennio Morricone (il quale volle per il suo archivio personale una copia dei Tropi Aporetici di Alberto Patron); il suo percorso biografico e di ricerca musicale è analizzato in enciclopedie, libri e saggi sulla Storia della Musica, tra cui da ultimo sul volume "Musica Presente", edizioni Libreria Musicale Italiana, 2019, pagine 909, del critico musicale Renzo Cresti, che gli ha dedicato una voce specifica nel fondamentale capitolo "La generazione del '60".

Il Comune di Pordenone in collaborazione con il Conservatorio Musicale "J.Tomadini" di Udine, gli hanno dedicato nel 2013 una retrospettiva presso il Padiglione di Arte Contemporanea (ParCo) del Friuli Venezia Giulia.

Numerose sono le produzioni musicali in CD incise da artisti di chiara fama con le sue composizioni; tra le ultime di cui si ha notizia, si segnala nel 2021 una raccolta interamente dedicata alla figura di Alberto Patron, incisa a New York (USA) sull'eccezionale pianoforte gran coda Fazioli da 3,08 metri per l'etichetta della capitale dello Stato a cura di uno dei principali concertisti afroamericani di musica classica.

Come professore universitario viene chiamato a tenere Corsi di Laurea presso prestigiose istituzioni, come da ultimo all'Università "Ca Foscari" di Venezia (Italia), dove tiene i corsi di "Economia dell'Arte e della Cultura, e Fiscalità dei Mercati Culturali Internazionali".

Riceve richieste di commissione di nuove musiche da numerosi artisti del panorama classico solistico e di musica d'insieme, mentre numerosi sono gli arrangiamenti per vari complessi strumentali delle composizioni di Patron create da altri artisti.

Senza remore o preconcetti, dal 1997 opera anche nel settore della musica leggera di qualità, scrivendo su commissione testi e musiche per noti artisti della musica leggera, anche come ghost composer, mettendosi altresì a disposizione come maestro consulente anche per migliorare le performance live o in Studio di registrazione per noti cantautori. Le sue canzoni (testo e musica) vengono premiate anche nel settore della musica leggera, come al Concorso canoro nazionale X Microfono d'Oro di Mirandola (Primo premio assoluto) ed altri.

Collabora con i grandi marchi produttori di strumenti musicali elettronici, creando campionamenti per Sample Libraries sia stand alone che come presets per noti sintetizzatori commerciali.

Viene chiamato come Direttore Artistico per progetti musicali e stagioni concertistiche da Enti ed Associazioni (anche in partenariato), su fondi pubblici e privati, contribuendo al progresso artistico della collettività.

Il 3 agosto 2021, in occasione della data di rinvenimento delle reliquie di Santo Stefano, è stata conferita ad Alberto Patron, dal Cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, in uno con il Vescovo S.E.mons. G.Pellegrini, ed il Vescovo S.E. Mons. Livio Corazza, l'Alta Onorificenza della Medaglia d'oro dell'ordine di Santo Stefano, per i suoi meriti nella Cultura e nell'Arte, con una solenne concelebrazione pontificale presso l'antica Cattedrale di Santo Stefano Protomartire - IV sec. d.C. (dichiarata monumento nazionale) di Concordia-Sagittaria (Venezia), alla presenza delle Autorità secolari e dei rappresentanti Istituzionali.





Alberto PATRON (1969).

High Honor awarded with the
Saint Stephen gold medal
for the Merit of Culture and the Arts




He graduated in Composition with the composer Carlo De Pirro (pupil of Wolfango Dalla Vecchia) and with the composer G.Bonato (pupil of Giacomo Manzoni), at the "Francesco Venezze" Music Conservatory of Rovigo, then graduated in Piano at the "Benedetto Marcello" Music Conservatory of Venice, and finally he also completed the Pipe organ course at the "Cesare Pollini" Conservatory of Padua.

Gifted child, he completed his music specialisation with a Master at the Music Conservatory of Paris, at the Alts Savoia Masterclasses, with great international teachers such as Noel Lee, Dag Achatz (pupil of Leonard Bernstein), Pierre Pontier, Akiko Ebi, Jean Philippe Collard, Luigi Ferdinando Tagliavini, Francesco Finotti, Giorgio Lovato and others.

He started his concerts at the age of 6, he travelled world around, active artist of the international classic and contemporary panorama, in 1989 he founded in France the contemporary musical trend known as Aporetic Music, the first contemporary music trend developed and structured on a philosophical thought (Aporetic philosophy), his vast bibliography of works count any organics (from soloist up to the symphonic orchestra), and is performed by renowned artists, it has also been the subject of scientific studies, subject of PDE and Ph.D. at USA Universities and international conferences, we remember the one at the II World Conference on Art & Humanities at Honolulu (USA, Hawaii, 2004).

He won several national and international composer's competitions, as well as the "Gustav Mahler" Symphony Orchestra 2005 International Composer's Competition (the only Italian winner), he was awarded also at the prestigious "New York Award" by the Ibla Foundation of New York in 2016 as the "Most Distinguished Composer".

As professor he taught at the American universities of Cincinnati, New York and New Orleans, and in Italy at the "Giuseppe Tartini" Music Conservatory of Trieste.

He is constantly called as Juror at national and international Competitions, most recently he is Juror at the Pietro Nacchini International Composer's Competition, organized by the Ugo and Olga Levi Foundation of Venice, in collaboration with the University of Padua and "Tartini" music Conservatories of Trieste, "Benedetto Marcello" of Venice and the historical Patriarchate of Venice and the "Colombo" Association.

As piano and pipe organ performer he was appointed at the age of only 17 by the ancient St.George Archpriest Church of Pordenone (XVI sec.) as tenure-track main organist and composer, for 32 years of Service, developing outstanding music excellence, also during the pope visits. He is part of the SIMC (Italian Contemporary Music Society), of the Italian National Music Committee, and works also at several Scientific Publishers Committee, he is Committee Director of the Italian Federation of Composers, collaborates with known composers and artists (the friend Ennio Morricone wanted a copy for his personal archive of the Ten Aporetic Tropes of Alberto Patron), as well as organisations and public bodies on the international artistic scene, contributing to the development of contemporary music, also being called as sound designer of the sounds of digital musical instruments (synthetizers, etc.) for international companies.

The Mayor of Pordenone in collaboration with the "Jacopo Tomadini" Music Conservatory of Udine, dedicated a retrospective to him in 2013 at the International Contemporary Art Pavilion (ParCo). Since 1994 he has been Committee Director of the Italian Composers Federation (FCI), his musical research has been analyzed in encyclopedias and essays on the History of Music, including the latest volume "Musica Presente, Italian Music Library publishers, printed in 2019, 909 pages, of the music critic Renzo Cresti, who dedicated him a specific voice inside the most important chapter of "The 60's generation" of the international contemporary composers.

Several are the music productions on audio CD and media, recorded by renowned artists with his compositions worldwide, most recently we mention in the year 2021 a collection of concert piano pieces entirely dedicated to the figure of Alberto Patron, which was recorded in New York (USA) on the exceptional 3.08 meters Fazioli grand piano, by one of the best afroamerican concertist.

As a university professor he is called to hold Degree Courses at prestigious institutions, as most recently at the "Ca Foscari" University of Venice (Italy), where he teaches the "Economics of Art and Culture, and Taxation of International Cultural Markets" courses.

He receives music commission requests from numerous artists of the classical solo and ensemble music scene, while numerous are the arrangements for various instrumental ensembles of Patron's compositions created by other artists.

Without hesitation or preconceptions, since 1997 he has also worked in the sector of commercial quality pop music, writing on commission texts and music for well-known artists of pop music, even as ghost composer, also making himself available as a music and overall consultant to improve live or Studio Recording works for well-known songwriters. His songs (text and music) are also awarded in the pop music sector, as at the National Singing Competition "X Microfono d'Oro" in Mirandola (First prize overall) and others.

He collaborates with major brands of electronic musical instruments, creating new Sample Libraries both stand alone and as presets for well-known commercial synthesizers and keyboards.

He is called as Artistic Director for musical projects and concert seasons by Bodies and Associations (also in partnership), with public and private funds, contributing to the artistic progress of the general community.

On 3rd August 2021, during the memory day of the historical relics of Saint Stephen discovery, was conferred by the Cardinal Leonardo Sandri, Prefect of the Congregation for the Oriental Churches, and by the Bishops G.Pellegrini and Livio Corazza, with High Honor, the Gold Medal of the Order of Saint Stephen to Alberto Patron, for his merits in the Culture and Arts, with a solemn pontifical concelebration at the ancient Cathedral of Saint Stephen - IV century. A.D. (declared national monument) of Concordia-Sagittaria (Venice), at the presence of the secular authorities and institutional representatives.






WORKS         BIO         MEDIA         SHOP         SOCIAL



© All rights reserved